Navigare Facile

Cosa mangiare a Quattro Castella

Cosa mangiare a Quattro Castella

La cucina emiliana è sicuramente, di quelle italiane, tra le più ricche e fantasiose.

A Quattro Castella, come in tutta la provingia reggiana, a farla da padrone sono le specialità dei primi piatti. La pasta è rigorosamente lavorata a mano dalle "rezdore", le "reggitrici" della casa depositarie dei segreti culinari del luogo, e tra le loro specialità possiamo trovare: i tortelli alle erbette, ripieni di carne speziati con trito di erbe aromatiche; le tagliatelle al ragù di anatra; i cappelletti all'emiliana, ripieni di carne e formaggio e serviti in brodo o con la panna; i passatelli reggiani, composti da uova, pane e formaggio e cotti nel brodo.

Il secondo piatto tipico della zona è il coniglio alla reggiana che viene marinato e cotto nell'olio, nell'aceto ed aromatizzato con le erbette.

In occasione di feste di paese è possibile trovare tra i vari stand gastronomici il gnocco fritto, una pasta che si gonfia al contatto con lo strutto o l'olio bollente.

Di grande rilievo è, in questo territorio, la lavorazione dei formaggi e del burro. Il più famoso è il Parmigiano Reggiano, un formaggio a pasta dura che può essere mangiato a scaglie o grattuggiato.

Durante il periodo natalizio, è possibile assaggiare la "Spongata di Natale", una torta farcita da un ripieno di miele, noci e mandorle aromatizzato alla cannella. Altro dessert locale è la torta di riso, che viene preparata prevalentemente in occasione delle festività pasquali.